Posted by: Erika Becchi Giugno 15, 2018 0 comment

La consulenza? Certo ma a pagamento

Il web marketing per ristoranti e stabilimenti balneari rappresenta una grande opportunità tutta da scoprire. Oltre alla classica promozione offline, come la cartellonistica, gli spazi pubblicitari sui giornali o i più costosi spot televisivi o radiofonici, esiste un grande ventaglio di strumenti di marketing online che possono portare grande visibilità al proprio locale con costi molto più contenuti.

Creare un sito o aprire una pagina Facebook è molto semplice, ma se non si hanno le giuste competenze per gestirle in modo mirato, non serviranno a molto e rischieranno, al contrario, di perdersi nelle milioni di pagine e di siti già presenti sul web. Sicuramente non c’è bisogno di un esperto per creare un sito web. Ci sono, infatti, molte piattaforme, alcune gratuite e altre che richiedono un piccolo contributo per il dominio, che consentono anche a chi si intende poco di web design e di grafica di creare un sito gradevole per la propria attività. Lo stesso si può dire per la creazione delle pagine Facebook: bastano pochi click per creare una nuova pagina, inserendo le foto della propria struttura, le informazioni e i contatti, per poi iniziare a postare foto, video e contenuti.

Ma siamo sicuri che questo web marketing improvvisato e fai da te funzioni?

Viviamo in un momento non troppo felice per le aziende, anche se il ramo della ristorazione e del turismo comunque non hanno registrato cali eccessivi di presenze. Tuttavia, oggi, anche solo pensare di “buttare via soldi”, come molti pensano, per la comunicazione, sembra una cosa fuori dal mondo. Una spesa che si può evitare, dal momento che il web mette a disposizione di tutti strumenti molto semplici da utilizzare. Eppure, creare una pagina Facebook o un sito web per poi lasciarlo inutilizzato, senza aggiornarlo e senza un’ottimizzazione SEO, può essere inutile e anche controproducente. Oggi i potenziali clienti e i clienti effettivi si servono molto di Internet, usato soprattutto in viaggio su dispositivi mobile, per cercare informazioni su ristoranti e stabilimenti balneari, e quello che cercano non è tanto il sito vetrina dell’attività, quanto le recensioni di persone che ci sono già state. Tripadvisor è diventato un portale molto potente, consultato da molte persone che cercano un ristorante in zona. Uno strumento utile, ma anche un’arma a doppio taglio. Se non si controllano le recensioni e se non si risponde, in modo educato e ponderato, ai commenti negativi, si corre il rischio che la nostra attività abbia una reputazione molto bassa online, con conseguenti ricadute anche sul fatturato.

Messo così, sembra proprio che il web sia una grande giungla piena di insidie e di difficoltà. E in realtà oggi è così. Per questo motivo, se vogliamo che il web marketing per la nostra struttura sia mirato ad attirare nuova clientela e a mantenere un buon rapporto con quella effettiva, è necessario chiedere l’aiuto di un consulente. Non c’è niente di male. A ognuno il suo lavoro: il ristoratore sa come comportarsi fisicamente con i clienti, il consulente di web marketing sa come approcciarsi ai potenziali clienti nel mondo del web.

Decidere di affidarsi a una buona consulenza di web marketing significa investire nel futuro e nell’immagine della propria attività. Un consulente, infatti, ha competenze nel miglioramento SEO dei siti web e quindi può portare un maggior numero di visite al sito del ristorante o dello stabilimento balneare, ma sa anche gestire al meglio pagine Facebook e altri social network nell’ottica di incrementare il traffico di visitatori e, di conseguenza il numero dei potenziali clienti. Tra le sue attività c’è anche quella di far fronte agli imprevisti e alle piccole crisi che possono presentarsi nella comunicazione online. Pensiamo ad esempio alle eventuali recensioni negative che possono colpire il nostro locale. Un consulente serio e formato saprà sfruttare la critica negativa per trasformarla in un’opportunità, ovviamente in accordo con le disposizioni date dal proprietario della struttura.

Se preferiamo mantenere la gestione e il controllo del sito o della pagina Facebook o Google My Business, possiamo limitare il ruolo del consulente a una semplice impostazione della strategia, assumendoci poi il compito di essere costanti con la presenza sul web.

Insomma, affidarsi all’aiuto di un consulente può rivelarsi un ottimo investimento per la nostra attività. Ovviamente ogni cosa ha un prezzo e, a seconda del tipo di consulenza che chiediamo, il prezzo può variare. Si tratta di una nuova figura che è entrata ormai nel circuito del marketing e, anche se Internet mette a disposizione tanti strumenti e risorse facilmente accessibili, affidarsi al lavoro di un esperto consente di non cadere nelle trappole o, peggio ancora, di non riuscire ad essere notati sul web.

Leave a Comment

© 2019. All Rights Reserved – DM – Web Agency