Posted by: Sabrina Schatz Febbraio 6, 2018 0 comment

Facebook per ristoranti: come gestirlo per avere successo

Come fare il salto di qualità sul social più famoso al mondo

Oggigiorno le strade non portano più tutte a Roma, ma a Facebook – o almeno così sembra: ovunque, trovi il simbolo di Facebook o il famoso “pollice mi piace”, questo sia in contesto privato che professionale. Facebook, infatti, non viene più considerato una piattaforma esclusivamente privata, ma un social sul quale si trovano sempre di più aziende, associazioni, locali o ristoranti. Tra tutte queste attività, quindi, può essere difficile attirare l’attenzione verso il tuo ristorante.

Di seguito alcuni consigli su come rendere di successo la tua pagina Facebook.

Prima di tutto ti vogliamo spiegare per quale motivo è importante che tu entri a far parte del mondo “Social Media”: statistiche ufficiali (https://newsroom.fb.com/news/2017/06/two-billion-people-coming-together-on-facebook/) confermano che circa 2 miliardi di persone in tutto il mondo usano al mese attivamente Facebook (dato 2017): gran parte della nostra popolazione, quindi, si trova nel mondo digitale, dove scambia informazioni, discute e dà valutazioni sulle sue esperienze – anche sul tuo ristorante senza che tu lo sappia. Internet così assomiglia a un libro degli ospiti che rende trasparente per tutti le varie valutazioni, che possono essere sia positive che negative. Questo significa che tu perdi il controllo sulle informazioni pubblicate e la loro influenza sull’immagine pubblica del tuo ristorante: un rischio decisamente non accettabile.


DM Factor si occupa di comunicazione per i ristoranti scopri cosa possiamo fare per il tuo locale

<<<Chiedici maggiori info!>>>


Ecco ora alcune semplici regole per rendere la tua pagina Facebook di successo ed attirare l’attenzione degli utenti:

1.       Avere un piano

Tante aziende in generale accedono sui Social Media credendo che la sola presenza basti per avere successo ed ottenere tanti visitatori. I risultati possibili di questo scenario potrebbero essere: pochissimi follower, mancanza di traffico, pochi visitatori. È importante, invece, creare in anticipo un piano che strutturi il tuo movimento su Facebook, attività che richiede, imprescindibilmente, la capacità di comprendere e saper rispondere alle seguenti domande:

  • A chi vogliamo comunicare? Cercate di capire chi e come sono i vostri clienti: cosa gli piace? Che interessi ed esigenze hanno? Da dove vengono? Che età hanno?
  • Quali temi vogliamo comunicare, come e dove? Sulla base delle caratteristiche della vostra clientela potete scegliere temi ed uno stile di scrittura che attirino la loro attenzione. In più, dovete capire quali canali social usano.
  • Cosa vogliamo raggiungere con la nostra comunicazione? Pensate a quali scopi volete raggiungere: volete avere più visitatori sul sito? Volete più traffico e più interazione con/tra gli utenti? Volete più follower? Capito il cosa, è altrettanto importante pianificare il come: fate domande, organizzate giochi a premi o promozioni (ad esempio un buono sconto del 20% ogni lunedì da scaricare che solo i follower della vostra pagina Facebook possono scaricare?).
  • Come vogliamo pianificare questi contenuti? Dovete pianificare quando devono essere pubblicati i contenuti e da chi, per evitare irregolarità e mancanza di post.
  • Quando e come vogliamo misurare successi ed insuccessi? Facebook ti dà informazioni sull’andamento del tuo sito, e.g. quanti visitatori, quali contenuti hanno visto di più, ecc. Sulla base di queste informazioni potete capire che contenuti sono stati apprezzati di più e quali di meno e modificare, di conseguenza, il vostro piano.

Facendo così è più probabile ottenere profitto dalla presenza sui Social Media, evitando così di fare brutte figure proprio là dove si trovano non solo i vostri (eventuali futuri) clienti, ma anche la concorrenza.

2.       Comunicate ed ascoltate

Rispondete, se ci sono domande o dubbi; indagate, se ci sono delusione o rabbia; ringraziate, se ci sono complimenti; correggete, se ci sono errori o informazioni sbagliate. Comunicando date ai vostri visitatori la sensazione di ascoltarli, di prenderli sul serio e di apprezzare la loro opinione.  Dimostratevi sempre umani, gentili ed avvicinabili, così creerete un tocco personale e simpatico che può creare emozioni. Le possibilità di aumento traffico, follower e raccomandazione salgono. Allo stesso tempo fate parlare anche i vostri clienti, permettete di valutarvi: la loro opinione è molto più affidabile che qualsiasi tipo di pubblicità.

3.      Contenuti: attualità, creatività e valore

Una pagina vuota non dà valore a nessuno. Perciò informazioni regolari e attuali sono essenziali per poter creare traffico ed interesse da parte dei visitatori. Non siate paurosi ad usare la creatività. Portate entusiasmo e vita nei post che pubblicate – le vostre emozioni si trasmetteranno sui vostri visitatori. Importantissimo è non presentare stessi temi in modo uguale: cambiate e mischiate testi, foto, video e audio. Offrite contenuti di qualità, ascoltando le opinioni dei vostri clienti per individuare quelli di maggior interesse: per questo contenuti buoni non sono quelli spontanei, bensì quelli pianificati. I contenuti non sono dei tappabuchi, ma risorse informative e di valore. I contenuti buoni non disturbano, come fa per esempio la pubblicità, ma risolvono problemi e rispondono a domande. Buoni contenuti raccontano storie, trasmettono emozioni. Ecco alcune idee a riguardo:

  • Condividete fatti del vostro ristorante
  • Presentate il vostro team, intervistandolo uno alla volta, anche in modo divertente
  • Pubblicate ricette e date consigli sulla loro preparazione, magari tramite un video
  • Raccontate la provenienza dei vostri ingredienti e dimostrate quanto freschi sono
  • Insegnate come si mangia (e pulisce!) il pesce
  • Condividete le vostre conoscenze sul mondo del cibo
  • Tenete aggiornata la clientela comunicando eventi pianificati e pubblicate foto di eventi passati
  • Fotografate il vostro menu giornaliero, anche l’occhio vuole la sua parte.

4.       Il rapporto con la critica

Nessuno è perfetto. Quindi è molto probabile trovare clienti insoddisfatti o delusi che si sfogano su Facebook. La loro rabbia può trovare anche una dinamica propria e raggiungere un grande audience. Per evitare escalation impreviste è consigliabile essere sempre preparati a situazioni del genere, sapendo già da prima come reagire ad eventuali critiche, anziché agire in fretta ed in modo emotivo. In generale vale la regola di non ignorare o cancellare commenti negativi, né di offendere il cliente, altrimenti il conflitto peggiora. É importante, invece, rispondere alle critiche, magari scusandoci e mostrandoci accondiscendenti: in questo modo tranquillizzerete non solo il cliente arrabbiato, ma fate vedere anche a tutti quelli che seguono la conversazione la vostra disponibilità ed il vostro interessamento alla soddisfazione dei clienti. C’è un’eccezione: un cliente offende te, i tuoi colleghi, altri clienti o infrange la legge. In questo caso puoi cancellare il commento dopo averne spiegato pubblicamente il perché.

Se seguirete questi consigli, il successo della vostra campagna pubblicitaria e/o di comunicazione sarà garantito. Ma occhio ad essere pronti a gestire un flusso maggiore di clienti: l’essere impreparati a servirne più del solito potrebbe essere controproducente!

Leave a Comment

© 2019. All Rights Reserved – DM – Web Agency